Siti Web

Come creare una landing page efficace

 Come creare una landing page efficace
Valeriya Strunina
October 7, 2019
Ultimo aggiornamento: October 7, 2019
Una landing page, o pagina di destinazione in italiano, è un ottimo strumento di marketing. Sfortunatamente, le aziende spesso non lo usano correttamente.
Considerando la quantità di tempo e sforzi necessari per la creazione di una landing page, è fondamentale fare tutto nei dovuti modi. Se riesci a costruire e amministrare correttamente la tua campagna di marketing, comprese le pagine di destinazione, godrai di un flusso costante e inarrestabile di lead.

In questo articolo, elencheremo gli elementi più importanti della pagina di destinazione e ti daremo alcuni suggerimenti su come massimizzare l'efficacia di ciascuno di essi.
Ma prima, vediamo cosa si intende per landing page.


Cos'è una landing page?


Una landing page è un sito web autonomo che fa parte di una campagna di marketing ed è separato dal sito principale. Non esiste nessun indizio che consenta ai visitatori di collegare la pagina di destinazione al sito aziendale principale. Mentre il tuo sito web aziendale ha valore informativo, la pagina di destinazione viene creata col solo scopo di generare lead che verranno poi trasformati in clienti. L'esatta struttura delle landing page è dettata dall'obiettivo finale e dalla canalizzazione di vendita. La pagina di destinazione è, in un certo senso, un funnel di vendita, ma fa anche parte del funnel di vendita di un’altra campagna.

Esistono due tipi di landing page:
- Le click-through page con lo scopo di indirizzare i visitatori a un sito di e-commerce, dove è possibile effettuare un acquisto.

- Le pagine di lead generation con lo scopo di acquisire dati di contatto come e-mail e nomi.

Ora che sai cos'è una landing page, passiamo in rassegna alcuni degli elementi importanti.
Gli elementi di una landing page accattivante sicuramente sono:


1. Flusso logico


Una pagina di destinazione non viene mai creata come risorsa di marketing separata ma fa sempre parte della campagna di marketing per la quale viene creata. Indipendentemente dal fatto che tu stia investendo in annunci di ricerca a pagamento o annunci di social media, una landing page è una logica prosecuzione dei tuoi sforzi di marketing.

Le pagine di destinazione sono state inventate per convertire i visitatori in clienti.
A volte gli imprenditori commettono degli errori nell'indirizzare i clienti dall’annuncio al sito web principale, interrompendo l'esperienza del cliente.
I clienti hanno bisogno di una storia continua, una narrazione che, passo dopo passo, li conduce lentamente verso l'acquisto. Se ritieni che un annuncio sui social media sia sufficiente per convincere i tuoi clienti, ti sbagli. Così come per le persone, ci vuole tempo per conquistare la fiducia di un marchio quindi non ci si può aspettare che i clienti si entusiasmino subito per un prodotto. Una landing page aiuta a portare avanti, in maniera logica, la storia dell'azienda e del prodotto, e guida i clienti attraverso il funnel di vendita.


2. Problema che vuoi risolvere


Le persone non solo acquistano il prodotto ma vogliono che i loro problemi vengano risolti. Molto probabilmente il tuo prodotto risolve un problema per il cliente. Può essere un prodotto emozionale che porta gioia e felicità o un prodotto razionale che elimina un po’ di dolore, o può essere un prodotto con entrambe le funzioni.

Concentrati sul tuo mercato di riferimento e individua il problema che vuoi risolvere con il tuo prodotto o servizio, e indicalo sulla tua landing page. Prima che i clienti acquistino il tuo prodotto, dovranno sentire appieno il significato del problema e capire quanto sia conveniente e indolore la tua soluzione.

3. Offerta vantaggiosa

Un'offerta vantaggiosa può essere una proposta di vendita unica o un'offerta speciale. Un unique selling proposition (USP) definisce i vantaggi del tuo prodotto e ti differenzia dai concorrenti. Di solito, prima ancora di lanciare il tuo marchio e avviare un'attività, devi definire il tuo USP. Un'offerta speciale può essere invece uno sconto, un'offerta a tempo limitato o un annuncio di vendita.

Le pagine di destinazione vengono utilizzate raramente per campagne di branding, poiché hanno uno scopo strettamente commerciale ma quando devi promuovere un prodotto o un servizio specifico, la landing page è la soluzione migliore. Assicurati di sapere cosa vogliono i clienti e fai loro un'offerta a cui non potranno resistere.


4. Titoli killer


Se il flusso logico, il problema che punti a risolvere e la tua offerta sono gli elementi strategici di una landing page, i titoli killer sono gli elementi tattici. I titoli possono esprimere cose diverse: il problema, i vantaggi o l'offerta, ma soprattutto, i titoli devono essere accattivanti e suscitare interesse.

Titoli brevi, concisi e che catturano l'attenzione possono spingere l'utente a scorrere ulteriormente la pagina di destinazione e quindi consultare ulteriori informazioni sul prodotto. È necessario mantenere un equilibrio tra creatività e scopo dei titoli. I clienti devono essere attirati dal significato, ma anche stupiti dalla sua unicità.


5. Descrizione dei vantaggi


Se il cliente si interessa ma non capisce il tuo prodotto, i tuoi sforzi sono andati sprecati. La descrizione dei vantaggi ha lo scopo di spiegare in termini molto semplici in cosa consiste il prodotto e come può essere utilizzato per risolvere un determinato problema. È meglio organizzare i vantaggi in punti elenco. Quanto più chiara e semplice sarà la tua spiegazione, tanto più facile sarà mantenere alta l'attenzione del cliente.

Quando spieghi i vantaggi, mettiti nei panni dei clienti. Non è sufficiente affermare che fai un ottimo lavoro ma è necessario spiegare i vantaggi dal punto di vista del cliente. Prendi in considerazione la possibilità di sostituire "Siamo la migliore agenzia" con una più diretta "Avrai l'esperienza di un servizio di prima classe".


6. Elementi di prova a supporto: testimonianze, pain point e pleasure point


Per aumentare l'efficienza della tua landing page, puoi aggiungere alcuni elementi che supportano la tua dichiarazione principale.
Ecco i tre elementi da usare:

- Le testimonianze, che funzionano perché sfruttano la psicologia umana. Esiste un cosiddetto principio psicologico di "prova sociale" che afferma che le persone prendono spunto dalle azioni degli altri nel tentativo di correggere le proprie. Quando qualcuno afferma che il prodotto è piaciuto, è più probabile che si voglia provarlo.

- I pain point, che vengono utilizzati per enfatizzare il problema, indicano ciò che l'utente perderà. Questi inducono l'utente a pensare a tale 'dolore' ininterrottamente. Tuttavia, assicurati di presentare sempre il tuo prodotto come la soluzione definitiva al dolore.

- I pleasure point. Per quanto gli umani provino a evitare il dolore, tendono anche a desiderare i piaceri. Descrivi ciò che lo spettatore otterrà in termini emotivi e falli sentire come se non potessero vivere senza il tuo prodotto.


7. Call to action


Senza call-to-action, le landing page perdono il loro potere di vendita. Se non dici alla gente cosa ti aspetti che facciano, se ne andranno. Non dare per scontato che i tuoi clienti sappiano come procedere. Fornisci indizi e indicazioni per i passaggi successivi.
I call to action devono essere facilmente comprensibili. Se stai combattendo tra una versione eccessivamente creativa e una versione semplice utilizzata dai tuoi concorrenti, scegli sempre la seconda. Le persone vogliono che i call to action siano come dei segnali stradali: chiari, semplici e non confusi.


8. Informazioni di contatto


Le informazioni di contatto servono a due scopi: dimostrare che sei una vera azienda e che ti preoccupi per i tuoi clienti. Prova a fornire quante più informazioni di contatto possibile, aggiungi un indirizzo reale, e-mail e numeri di telefono. Inoltre, puoi installare la funzione di live chat sulla tua landing page e offrire ai clienti il contatto diretto con un venditore.

Anche se potresti aver coperto tutti i punti dolenti e i vantaggi della pagina di destinazione, i clienti hanno spesso domande e dubbi più specifici: un supporto via chat aiuta a superare le ultime obiezioni.


9. Imposta un sistema adeguato di acquisizione di lead


Se stai lanciando una landing page di generazione di lead, dai ai tuoi clienti un modo semplice per inviare i loro contatti. I moduli web sono un modo perfetto per ottenere un nuovo lead o contatto. Dal punto di vista del cliente, la compilazione del modulo richiede molto meno tempo rispetto all'invio di un'e-mail. I moduli consentono inoltre di evitare lo spamming delle e-mail che segue quando si rivela la propria e-mail al pubblico.

Può essere un incubo trasferire tutti i contatti da una landing page a un CRM, quindi prenditi il tempo necessario per impostarla. Se stai utilizzando i moduli di acquisizione lead del CRM di Bitrix24, i contatti verranno automaticamente trasferiti sul CRM e non avrai bisogno dell’aiuto di un programmatore.

Per concludere

Ci sono molte cose da sapere circa la creazione di una landing page ma una cosa è certa: nessuna landing page è uguale. Ogni landing page ha uno scopo diverso e una diversa disposizione degli elementi. Non esiste un'unica soluzione adatta a tutti. Stabilisci i tuoi obiettivi, il pubblico target, la tua strategia e la campagna di marketing e solo successivamente progetta la tua landing page. Dopo il lancio della campagna, conduci vari test per vedere come funzioni ogni elemento e per adattare design e titoli. Quindi riprovare e continuare a migliorare.
Free. Unlimited. Online.
Bitrix24 is a place where everyone can communicate, collaborate on tasks and projects, manage clients and do much more.