Gestione del team HR, 5 motivi per rimanere flessibili

17 min di lettura
Federica Cavalli
18 Gennaio 2024
Ultimo aggiornamento: 18 Gennaio 2024
Gestione del team HR, 5 motivi per rimanere flessibili

Il mondo del lavoro è in continuo cambiamento ed è necessario per le aziende essere pronte ad adattarsi ai cambiamenti anche in modo rapido. Per questo motivo, applicare il concetto di flessibilità alle risorse umane è un aspetto cruciale per tenere la propria azienda al passo con i tempi e le nuove sfide da affrontare.

Anche le nuove tecnologie stanno cambiando il modo in cui le persone lavorano, grazie a nuovi software che rispetto al passato liberano i team da compiti ripetitivi che vengono affidati ai sistemi informatici, permettendo ai professionisti di concentrarsi su compiti più strategici.

D'altra parte, l'introduzione dello smart working e del lavoro da remoto durante la pandemia ha anche dimostrato come in determinate circostanze e grazie ad app per il telelavoro i progetti possano essere impostati in modo più agile.

Cosa si intende per “risorse umane” in azienda?

In un'azienda, per risorse umane si intende la forza lavoro impiegata. Si tratta dunque dei dipendenti di quell'azienda, dai livelli dirigenziali fino ai lavoratori non qualificati.

Normalmente sono previste una fase di reclutamento, una di formazione e sviluppo che, soprattutto nelle moderne strutture aziendali, tende a non essere limitata solo alla prima fase di apprendistato, ma diventa un costante processo di aggiornamento.

Infatti, perché un'azienda sia al passo coi tempi ed efficiente è importante che la formazione delle persone che lavorano in azienda sia costante. È particolarmente importante il processo che viene denominato di team building che mira a migliorare la comunicazione, la conoscenza reciproca e la fiducia all'interno di un gruppo di lavoro.

Risorse umane: origine ed evoluzione del termine

L'espressione "risorse umane" è stata utilizzata per la prima volta dall'economista John R. Commons nel libro "Distribuzione della ricchezza". Commons la coniò per definire i lavoratori come una risorsa produttiva e negli anni successivi iniziò a guadagnare popolarità fino a spingere nel 1916 Edwin E. Witte a scrivere il primo libro sulla gestione delle risorse umane.

Va detto che nel corso dei decenni “risorse umane” è passato dal definire semplicemente l'approccio alla gestione della manodopera ad avere un valore più strategico, aggiungendo via via concetti come inclusione, non discriminazione, giustizia sociale.

Risorse umane | Funzioni e segreti di un dipartimento HR

I dipendenti rappresentano il capitale umano di un'azienda, il suo più grande valore. Ecco perché è importante sapere come valorizzare le risorse umane. Particolare rilievo assume dunque nell'azienda il dipartimento HR, responsabile della gestione delle risorse umane e della valorizzazione di questo capitale.

Le funzioni del dipartimento risorse umane non si basano certo sulla sola fase del reclutamento e selezione del team, che pure è un momento essenziale. Tra i segreti di un buon dipartimento HR vanno sicuramente inclusi la capacità di comprensione delle esigenze aziendali, una gestione delle risorse umane efficace e un approccio strategico.

Infatti, il dipartimento HR deve anche pianificare il futuro, attuando politiche e pratiche che favoriscano la sostenibilità dell'attività aziendale.

  

Scopri come gestire al meglio il reparto delle risorse umane   

  

Registrati su Bitrix24   

   PROVALO GRATIS   

Quali sono gli obiettivi dello Human Resource Management?

Lo human resources management, vale a dire chi gestisce le risorse umane, ha una serie di obiettivi finalizzati a creare i migliori risultati per l'azienda in termini di capitale umano. Da questo punto di vista, attrarre i migliori talenti del settore è il primo obiettivo di un manager del dipartimento di risorse umane, quantomeno in termini cronologici.

Migliorare e massimizzare le prestazioni dei dipendenti è un altro obiettivo di grande importanza. In questo senso, l'HR manager dovrà definire obiettivi precisi e prevedere incentivi al raggiungimento di determinati risultati. È particolarmente importante anche creare un ambiente di lavoro positivo e accogliente, che faccia sentire i dipendenti a loro agio e inclusi.

HR nelle aziende, perché rimanere flessibili

Come abbiamo già accennato, la continua evoluzione del mercato del lavoro e delle necessità delle aziende fa sì che le priorità possano cambiare nel tempo, talvolta anche in modo repentino. Basta pensare ai cambiamenti che sta portando nel mondo del lavoro l'implementazione dell'intelligenza artificiale. Ecco nello specifico 5 motivi per cui l'approccio all'HR in un'azienda dovrebbe essere flessibile:

1. Essere pronti ad affrontare sfide inaspettate

Un approccio cauto e conservativo alla gestione delle risorse umane può sembrare una buona soluzione, ma è bene non dimenticare che i cambi repentini che possono essere richiesti a causa di fattori esterni o interni possono essere affrontati solo grazie a una capacità di reagire e adattarsi rapidamente. Essere flessibili, dunque, significa anche essere pronti rispetto a sfide inaspettate.

2. Lasciare spazio per nuovi talenti

Per stimolare la crescita di un'azienda è particolarmente importante incoraggiare il talento. Il crescente fenomeno di digitalizzazione richiede peraltro di avere un personale capace di interagire con la tecnologia. Questo non significa limitare le assunzioni ai soli esperti del settore, ma puntare su professionisti che siano disponibili ad avvicinarsi ai nuovi ambiti tecnologici.

In ogni caso, un team talentuoso e nel quale viene lasciato spazio alle competenze è sicuramente un gruppo di lavoro che può dare grandi risultati.

3. Ispirare e motivare il team

La motivazione sul lavoro è da sempre un aspetto importante, ma oggi c'è una forte attenzione, in particolare tra i millennial e la generazione Zeta, rispetto ad ambienti di lavoro aperti all'innovazione. Una leadership flessibile e aperta alle sfide future sarà dunque apprezzata dal team di lavoro.

Gestione del team HR

4. Incoraggiare la produttività

Incoraggiare il pensiero flessibile mantenendo la struttura del proprio team è il modo migliore per avere un gruppo di lavoro sempre attento e produttivo. Automatizzare le attività ripetitive tramite strumenti e programmi appositi permetterà ai lavoratori di concentrarsi sui compiti più stimolanti.

5. Adottare e implementare velocemente le innovazioni

Un'attenzione costante e non estemporanea rispetto all'adozione di innovazioni consente al team di lavoro lo sviluppo di un'attitudine pronta e reattiva rispetto al cambiamento e di conseguenza migliori risultati aziendali. Al contrario, tentativi una tantum di introdurre novità potrebbero non ottenere lo stesso risultato o essere addirittura controproducenti.

Politiche del luogo di lavoro

Le politiche del luogo di lavoro sono regole e linee guida che vengono implementate in un'azienda, definiscono doveri e diritti dei dipendenti e le norme comportamentali interne a un'organizzazione. È fondamentale promuovere un ambiente di lavoro inclusivo e produttivo, ma anche tenere in conto le esigenze dei lavoratori e prevedere incentivi rispetto a comportamenti virtuosi.

Fanno dunque parte delle politiche del luogo di lavoro non solo le regole da rispettare ma anche benefit e premi di produttività corrisposti ai dipendenti, che sono solitamente erogati secondo criteri certi e predeterminati. Inoltre, fanno parte di tali politiche anche le disposizioni riguardanti la sicurezza sul lavoro, e quelle su diversità, equità e inclusione.

Anche in questo caso, flessibilità e reattività rispetto ai cambiamenti, sia della società che normativi, sono un aspetto fondamentale per una buona gestione delle risorse umane e per ottenere migliori performance.

Risorse umane: gestione del clima aziendale

La gestione del clima aziendale è un altro compito dell'HR management e comporta un monitoraggio dell'ambiente di lavoro, allo scopo di migliorarlo. Il significato di questo tipo di attività è legato anche alla considerazione del benessere dei lavoratori e alla loro qualità di vita all'interno di un ufficio o di qualsiasi altro ambito lavorativo.

Chi dirige le risorse umane deve individuare le migliori soluzioni per rendere il clima aziendale più sereno, confortevole e accogliente possibile, anche verificando che non si creino conflitti all'interno del team. Una corretta valutazione del clima aziendale consente di porre in atto in modo tempestivo i correttivi necessari.

L'HR Management e la differenza tra risorse umane e gestione del personale

I termini “gestione delle risorse umane” e “gestione del personale” vengono spesso utilizzati in maniera analoga, ma vi sono alcune sfumature attinenti all'evoluzione del modo in cui ci si approccia a questa tematica.

Il termine “gestione del personale” è più antico e tendeva a riferirsi soprattutto alla gestione delle buste paga, del rapporto con i dipendenti e dei benefit. Si tratta dunque di un approccio principalmente amministrativo.

L'idea di HR Management o gestione delle risorse umane va invece vista a 360 gradi, poiché non si occupa esclusivamente delle questioni amministrative. Infatti, i dipartimenti di HR hanno oggi una visione più ampia e strategica e puntano a raggiungere gli obiettivi aziendali, attraverso programmi di motivazione del personale e la creazione di un clima aziendale complessivamente soddisfacente.

Risorse umane: gestione del clima aziendale

HR in azienda: come interagisce con gli altri dipartimenti

L’interazione e il dialogo tra il dipartimento di gestione delle risorse umane e gli altri reparti aziendali sono essenziali per l'ottimizzazione della produttività da parte dei dipendenti di un'impresa. Il dipartimento HR non si limita a individuare in fase di reclutamento e selezione quali siano i settori più adatti in cui indirizzare i lavoratori, ma collabora con i manager degli altri dipartimenti anche per quanto riguarda la formazione e l'aggiornamento dei dipendenti, per definire bonus, altri benefit e per la valutazione delle performance.

È importante dunque che tra i dipartimenti interessati vi sia una comunicazione puntuale e franca, che vengano comprese le esigenze di tutte le parti coinvolte e che vengano organizzate riunioni periodiche di aggiornamento.

Un rapporto così indirizzato potrà creare effetti positivi anche nella soddisfazione e nel benessere dei dipendenti, nella produttività dei team di lavoro e nella riduzione del turnover. Anche in questo caso, un approccio flessibile ai rapporti con gli altri dipartimenti aziendali costituirà un plus per il raggiungimento di migliori risultati.

Formazione e sviluppo delle HR

La formazione e lo sviluppo delle risorse umane è particolarmente importante perché i lavoratori siano costantemente aggiornati e possano crescere nelle proprie competenze professionali. Lo sviluppo rapido delle nuove tecnologie, comprese quelle legate all'intelligenza artificiale, può richiedere corsi di aggiornamento specifici anche in ambito tech.

Complessivamente, un'attenzione costante alla formazione e alle competenze dei lavoratori può aumentare non solo le performance aziendali, ma anche la soddisfazione dei dipendenti stessi, che nella gran parte dei casi si sentiranno valorizzati e percepiranno l'attenzione dell'azienda nei loro confronti.

Investire nello sviluppo della carriera dei lavoratori

Investire nello sviluppo della carriera dei dipendenti è anche uno strumento per le aziende per incrementare la soddisfazione dei propri lavoratori, diminuire l'incidenza di dimissioni e turnover e aumentare la produttività.

Infatti, i lavoratori che ricevono opportunità di sviluppo delle proprie competenze sono più propensi a rimanere nell'azienda e a contribuire al successo della stessa. Un approccio flessibile alla gestione delle risorse umane prevede anche di tenere in considerazione che le competenze necessarie per far fronte a sfide impreviste e cambiamenti esterni possono essere trovate internamente, tramite lo sviluppo delle carriere dei propri dipendenti.

Quali abilità interpersonali sono importanti per ricoprire il ruolo di HR Manager?

Come si è potuto comprendere dalla lettura di questo articolo, quello dell'HR Manager è un ruolo delicato che richiede attitudine al ruolo e abilità interpersonali. Tra queste, va sicuramente citata innanzitutto la capacità di ascolto attivo, uno degli aspetti più importanti per comprendere esigenze e feedback dei dipendenti dell'azienda.

Il dirigente delle risorse umane deve anche possedere efficaci capacità di comunicazione che gli consentano di essere allo stesso tempo chiaro e persuasivo. È opportuno anche possedere empatia, vale a dire la capacità di mettersi nei panni degli altri e comprendere le loro esigenze.

Da un bravo HR Manager ci si aspetta infine un'ottima attitudine al problem solving, dunque la capacità di risolvere i problemi in modo rapido ed efficace. Oltre a doti di leadership, non può mancare nemmeno la flessibilità, vale a dire l'attitudine ad adattarsi velocemente ai cambiamenti anche repentini e alle sfide inattese.

Gestione delle risorse umane, quali novità per il futuro?

Se il mondo del lavoro sta cambiando rapidamente, anche chi gestisce le risorse umane deve essere pronto e reattivo a tali innovazioni. Del resto, la capacità di essere flessibili della quale si è parlato in questo articolo è strettamente connessa ai veloci cambiamenti in atto sia nella società che nel mondo del lavoro.

L'aumento esponenziale dell'utilizzo dell'intelligenza artificiale e della robotica sarà forse la più affascinante, ma anche la più impegnativa di queste sfide. Tuttavia, non vanno trascurati temi che stanno assumendo sempre maggiore rilevanza come l'inclusione, l'attenzione alle diversità, alla sostenibilità ambientale, al benessere dei dipendenti e i manager delle risorse umane dovranno farsi trovare pronti.

Più popolare
I 10 migliori software di contabilità per le piccole imprese
Come gestire un collega difficile? 10 consigli professionali
10 migliori alternative a Canva con modelli per i tuoi progetti
Cos’è l’ascolto attivo? 7 strategie per migliorarlo e chiudere più vendite
Coordinatore di progetto vs project manager: differenze principali
Indice dei contenuti
Cosa si intende per “risorse umane” in azienda? Risorse umane: origine ed evoluzione del termine Risorse umane | Funzioni e segreti di un dipartimento HR Quali sono gli obiettivi dello Human Resource Management? HR nelle aziende, perché rimanere flessibili 1. Essere pronti ad affrontare sfide inaspettate 2. Lasciare spazio per nuovi talenti 3. Ispirare e motivare il team 4. Incoraggiare la produttività 5. Adottare e implementare velocemente le innovazioni Politiche del luogo di lavoro Risorse umane: gestione del clima aziendale L'HR Management e la differenza tra risorse umane e gestione del personale HR in azienda: come interagisce con gli altri dipartimenti Formazione e sviluppo delle HR Investire nello sviluppo della carriera dei lavoratori Quali abilità interpersonali sono importanti per ricoprire il ruolo di HR Manager? Gestione delle risorse umane, quali novità per il futuro?

Free. Unlimited. Online.

Bitrix24 è il posto dove ognuno può comunicare, collaborare agli incarichi e ai progetti, gestire i clienti e fare molto altro.

Inizia gratis
Ti potrebbero interessare
11 vantaggi dell’implementazione di una intranet sicura nella tua organizzazione
11 vantaggi dell’implementazione di una intranet sicura nella tua organizzazione
19 min di lettura
7 vantaggi del software di gestione delle attività per dispositivo mobile
7 vantaggi del software di gestione delle attività per dispositivo mobile
19 min di lettura
Come creare una solida cultura del lavoro a distanza
Come creare una solida cultura del lavoro a distanza
19 min di lettura