Articles 8 consigli imperdibili per le risorse umane: come gestire i conflitti sul lavoro

8 consigli imperdibili per le risorse umane: come gestire i conflitti sul lavoro

HR
Federica Cavalli
12 min
74
Aggiornato: 21 Giugno 2024
Federica Cavalli
Aggiornato: 21 Giugno 2024
8 consigli imperdibili per le risorse umane: come gestire i conflitti sul lavoro

I conflitti possono sempre presentarsi, sia nell’ambito privato che in quello professionale. Malintesi e discussioni possono però distrarre il personale dagli incarichi assegnati e aumentare l’ansia e lo stress, con effetti negativi a lungo termine per tutta la compagnia. È quindi necessario imparare ad amministrare efficacemente le eventuali dispute, per aiutare i dipendenti a raggiungere in pieno lo sviluppo professionale e conseguire gli obiettivi organizzativi prefissati.

Se vuoi imparare come gestire i conflitti sul posto di lavoro in maniera adeguata, hai trovato l’articolo che fa per te. Scoprirai 8 consigli imperdibili per i professionisti delle risorse umane, da mettere in pratica fin da subito.

1. Definisci chiaramente le procedure per amministrare i conflitti

Definire procedimenti e politiche chiari, che guidino le azioni dei dipendenti e garantiscano una perfetta gestione dei conflitti sul posto di lavoro, è uno dei pilastri fondamentali di un ambiente aziendale positivo. Un clima lavorativo salutare è in grado di potenziare la fidelizzazione e la produttività dei dipendenti e, per questo motivo, i responsabili delle risorse umane si impegnano a mantenerlo e incoraggiarlo.

In questo senso, il manuale per la gestione dei conflitti dovrebbe funzionare come un quadro di linee guida. Le risorse umane possono utilizzarlo per identificare, affrontare e risolvere le situazioni difficili in maniera consistente e in tutta l’azienda, mettendo in pratica le varie strategie di gestione dei conflitti sul posto di lavoro. Contare su procedimenti stabiliti in precedenza facilita il processo decisionale, eliminando le ambiguità che potrebbero presentarsi al momento di risolvere i conflitti.

Grazie a politiche trasparenti e procedure eque, i dipendenti potranno comprendere chiaramente le conseguenze delle loro azioni e le aspettative nei loro confronti. La trasparenza contribuisce a promuovere un ambiente basato sulla fiducia, in cui la comunicazione si mantiene aperta e diretta. L’equità, invece, elimina il rischio di discriminazioni, garantendo l’inclusività e il rispetto.

Se desideri valutare l’efficacia delle tue pratiche di gestione dei conflitti, richiedi del feedback al tuo personale e adatta le procedure e le politiche alle loro esigenze ed esperienze. Così facendo, dimostrerai ai tuoi impiegati quanto tieni in considerazione la loro opinione.

Gestisci efficacemente i conflitti sul lavoro con gli strumenti giusti.

Bitrix24 si rivela il tuo migliore alleato: grazie al suo social network interno e agli altri strumenti di comunicazione incorporati potrai comunicare rapidamente con il team e incoraggiare la collaborazione generale.

Provalo ora

2. Incoraggia l’empatia tra i dipendenti con un approccio proattivo e una cultura inclusiva

Adotta un approccio proattivo, incoraggiando l’empatia e la comprensione reciproca tra i dipendenti invece di concentrarti unicamente sulla risoluzione dei conflitti. Gli esseri umani sviluppano idee e pensieri contrastanti, che a volte vengono espressi in maniera eccessivamente diretta, causando malintesi e dispute. I conflitti sono una realtà impossibile da eliminare, ma puoi mitigare gli scenari più negativi lavorando sia sulla comunicazione dei tuoi impiegati che sul modo in cui reagiscono alle varie situazioni.

Supporta attivamente una cultura aziendale che metta al primo posto la diversità e l’inclusione, implementando politiche contro la discriminazione nel manuale dei procedimenti già nominato in precedenza. Promuovi una comunicazione trasparente e diretta e, in qualità di leader delle risorse umane, dai il buon esempio praticando l’ascolto attivo con i tuoi dipendenti e dimostrando interesse per le loro parole. Impegnati a creare un clima di fiducia e unità nel team per ridurre il rischio di conflitti. Nel caso si presentino comunque, incoraggia la squadra a risolvere la questione direttamente, senza scaricare la colpa sugli altri colleghi. In un ambiente di lavoro in cui rispetto ed empatia sono tenuti in alta considerazione, la risoluzione dei problemi risulta notevolmente più rapida ed efficace.

3. Frequenta corsi di gestione dei conflitti dedicati ai professionisti delle risorse umane

I corsi sulla gestione dei conflitti sul posto di lavoro sono un investimento essenziale, sia per i professionisti delle risorse umane che per qualunque leader. Si tratta di una formazione imprescindibile, che consente di disporre degli strumenti pratici necessari a identificare eventuali problematiche e a prevenire e risolvere prontamente i conflitti in ufficio.

Corsi di questo tipo forniscono metodi utili a semplificare la comunicazione nelle risorse umane, promuovendo l’impegno generale e la collaborazione per raggiungere soluzioni che soddisfino tutte le parti coinvolte. In più, aiutano a gestire lo stress e le emozioni anche nelle situazioni più difficili, per mantenere la compostezza e presentarsi come leader capaci e positivi. Un corso di gestione dei conflitti per le risorse umane dovrebbe favorire anche lo sviluppo dell'intelligenza emotiva, un’abilità che può condurre il tuo team sulla strada del successo.

Riconoscere, comprendere e accettare sia i tuoi punti di forza che le debolezze permette di raggiungere una perfetta consapevolezza di sé e, di conseguenza, gestire le relazioni in maniera equilibrata. Sfrutta le possibilità di apprendimento offerte dai corsi di formazione per mettere alla prova quanto hai imparato e richiedere feedback ai tuoi colleghi e formatori, così da migliorare costantemente il tuo approccio.

come gestire i conflitti sul lavoro

4. Introduci programmi di formazione per perfezionare la risoluzione dei conflitti

Agire prontamente insieme al team delle risorse umane per ridurre l'apparizione di controversie è cruciale. Tuttavia, dovresti fornire ai tuoi dipendenti anche un’adeguata formazione sulla risoluzione delle dispute. Insegna loro ad amministrare le situazioni più complesse autonomamente e in maniera positiva: in questo modo, sarai in grado di ridurre l’impatto che queste potrebbero avere sull’azienda e la loro incidenza. Incentiva lo sviluppo delle loro abilità, fornendo validi strumenti per la gestione dei conflitti.

Puoi raggiungere il tuo obiettivo ricorrendo alla ludicizzazione, tecnica con cui vengono introdotti elementi di gioco in contesti non ludici per aumentare il coinvolgimento e la motivazione generale. Organizza concorsi, giochi di ruolo o simulazioni con cui trasmettere le tecniche per affrontare i conflitti sul lavoro, al fine di trasformare l'apprendimento in un’esperienza interattiva e piacevole.

Per quanto riguarda le sessioni di formazione, invece, dovresti concentrarti sullo sviluppo di competenze di base per la gestione dei conflitti, come la comunicazione efficace (verbale e non verbale), la negoziazione, il controllo delle emozioni, la comprensione, la consapevolezza di sé e la flessibilità. Rafforzare queste competenze aiuta i dipendenti ad affrontare costruttivamente i conflitti e incoraggia la nascita di un ambiente di lavoro più produttivo.

Infine, sviluppare programmi di tutoraggio consente di creare uno spazio sicuro in cui i dipendenti possono discutere delle loro preoccupazioni con un mentore, aumentando la fiducia generale e la proattività nella gestione dei conflitti. I mentori potranno aiutarli a sviluppare le loro capacità comunicative e a trovare soluzioni costruttive ai problemi, oltre a identificare potenziali aree di miglioramento e incentivare comportamenti positivi.

5. Offri ai dipendenti risorse per gestire le emozioni e potenziare il loro benessere psicologico

I conflitti interrompono la tranquillità del lavoro quotidiano, generando ansia e stress nelle persone coinvolte. Per questo motivo, è particolarmente importante fornire ai dipendenti le risorse per gestire le proprie emozioni in maniera salutare, così da sviluppare la resilienza. Prendendosi cura della salute mentale del personale, l’azienda avrà modo di dimostrare il proprio interesse per il benessere dei dipendenti.

Offri ai tuoi impiegati l’accesso a programmi di benessere emotivo o a sessioni di consulenza individuale o di gruppo. Puoi anche mettere a disposizione delle risorse online, ad esempio esercizi di respirazione, applicazioni di meditazione guidata o materiale educativo sull’argomento, oltre a organizzare sedute di terapia, in persona oppure online.

Per aiutare i tuoi dipendenti a gestire i conflitti con efficacia, puoi anche rivolgerti a un coach individuale. Un professionista di questo tipo li guiderà nell’esplorazione delle loro preoccupazioni, permettendo di identificare modelli di pensiero e comportamento ricorrenti e sviluppare capacità di gestione e risoluzione dei conflitti. In questo modo rafforzerai il loro legame con l’azienda, fornendo i mezzi necessari ad affrontare le sfide lavorative e personali efficacemente e con maggior fiducia.

come gestire i conflitti sul lavoro

6. Valuta oggettivamente ogni disputa o situazione di conflitto

Quando si verifica un malinteso sul lavoro, le parti coinvolte hanno sempre molto da dire al riguardo. Tuttavia, gli esperti in tecniche di mediazione raccomandano di analizzare oggettivamente e in maniera completa ogni situazione, basandosi sui fatti e non sul resoconto di quanto è avvenuto. Dopodiché, sarà possibile affrontare qualunque conversazione difficile.

Agisci immediatamente raccogliendo prove verificabili sulla disputa in corso. Affidati a documenti tangibili come registri delle presenze, comunicazioni scritte o rapporti sulle prestazioni, così da ottenere indicazioni precise sugli eventi che hanno condotto al conflitto. In questo modo favorirai un’atmosfera di chiarezza, basando la tua decisione su dati concreti e non su semplici sensazioni o voci di corridoio.

La ricerca dovrebbe poi essere ulteriormente approfondita. Studia i dati storici per determinare schemi comuni che potrebbero contribuire alla nascita di controversie: in questo modo otterrai le informazioni necessarie ad affrontare le cause latenti e sviluppare strategie preventive efficaci. Potrai anche determinare se alcune aree dell’azienda sono maggiormente interessate dalle controversie, per implementare misure mirate che ti consentiranno di gestire adeguatamente i conflitti.

7. Comportati da mediatore o affidati a un facilitatore di conflitti

Come già menzionato in precedenza, formare i dipendenti alla risoluzione dei conflitti sul posto di lavoro li aiuterà a venire a capo delle situazioni più difficili in autonomia. In qualità di leader delle risorse umane, però, dovresti essere sempre in grado di assumere il ruolo di mediatore quando necessario.

Se il conflitto in questione dovesse sembrarti di minima entità, non minimizzarlo: rischieresti di aggravare la situazione, causando danni al dipartimento o all’intera azienda. Cerca di promuovere la comprensione tra le parti coinvolte adottando un approccio imparziale. Il tuo obiettivo dovrebbe essere quello di trovare una soluzione che soddisfi tutte le parti, seguendo le politiche e le procedure illustrate nel primo punto dell’articolo.

In alcune situazioni (ad esempio nel caso di una disputa tra due colleghi delle risorse umane) potrebbe essere necessario coinvolgere un facilitatore di conflitti. Questo professionista agisce come un osservatore imparziale, incaricato di incoraggiare la comunicazione tra le parti e aiutarle a identificare gli interessi comuni, per trovare soluzioni durature ed eque.

8. Identifica i potenziali conflitti monitorando attentamente l’ambiente aziendale

Anticipare i conflitti è uguale o più importante che semplicemente applicare le procedure per una loro corretta gestione e risoluzione. Monitora attentamente l’ambiente aziendale, apri canali di comunicazione all’interno del dipartimento delle risorse umane per ottenere il feedback dei dipendenti e ascolta le loro preoccupazioni senza minimizzarle. Inoltre, dovresti monitorare ogni cambiamento all’interno della compagnia, per evitare lo scatenarsi di conflitti e promuovere un ambiente lavorativo più armonioso grazie a una mentalità anticipatoria.

In questo senso, anche l’IA può essere di grande aiuto nel perfezionare la tua strategia. Alcuni degli strumenti per la gestione dei conflitti utilizzano infatti algoritmi avanzati, che analizzano le comunicazioni interne all’azienda per individuare i primi segnali di conflitti e agire di conseguenza. In qualità di manager delle risorse umane, potrai assumere un atteggiamento proattivo al fine di evitare l’escalation delle situazioni problematiche, oltre a identificare aree di miglioramento nelle procedure di gestione dei conflitti.

Gestisci efficacemente i conflitti con gli strumenti giusti

Stabilire procedimenti chiari e incoraggiare l’empatia e la comprensione tra i dipendenti permette di gestire i conflitti in maniera sia tempestiva che efficiente. Frequenta corsi di gestione dei conflitti per le risorse umane e fornisci una formazione adeguata anche ai dipendenti. Offri al tuo personale le risorse di cui necessita per imparare a gestire le emozioni, valuta ogni situazione analizzando i dati oggettivi a tua disposizione, assumi la funzione di mediatore quando richiesto (o affidati a un facilitatore) e monitora attentamente l’ambiente aziendale, per identificare eventuali problemi prima che possano presentarsi e modellare la tua strategia per raggiungere la massima efficienza.

Una piattaforma di gestione aziendale completa e funzionale come Bitrix24 si rivela la tua migliore alleata in questo senso. Grazie al suo social network interno, la chat, l’intranet e gli altri strumenti di comunicazione incorporati potrai comunicare rapidamente con i membri del team e incoraggiare la collaborazione generale. Gli strumenti conservano tutte le informazioni sulle interazioni, con un notevole aiuto per il team delle risorse umane che potrà analizzare e prevenire conflitti o incomprensioni in futuro. Il potente strumento di gestione degli incarichi e dei progetti consente di individuare eventuali problemi nello sviluppo che potrebbero condurre a una disputa, mentre i sondaggi permettono di ottenere regolarmente feedback anonimo, che aiuta a monitorare l’ambiente aziendale e rende il processo decisionale ancora più informato.

Come vedi, gestire i conflitti all’interno della tua compagnia non sarà più un problema con Bitrix24. Cosa stai aspettando? Iscriviti subito.

Gestisci efficacemente i conflitti sul lavoro con gli strumenti giusti.

Bitrix24 si rivela il tuo migliore alleato: grazie al suo social network interno e agli altri strumenti di comunicazione incorporati potrai comunicare rapidamente con il team e incoraggiare la collaborazione generale.

Provalo ora

FAQ

Quali sono i passaggi chiave che le risorse umane devono intraprendere per gestire efficacemente i conflitti sul posto di lavoro?

I passaggi che le risorse umane devono intraprendere per gestire efficacemente i conflitti sul posto di lavoro sono i seguenti:

  • Stabilire procedimenti chiari, per amministrare efficientemente i conflitti

  • Incoraggiare l’empatia e la comprensione reciproca tra i dipendenti

  • Frequentare corsi di formazione focalizzati sulla gestione del conflitto per le risorse umane

  • Introdurre programmi di miglioramento della risoluzione dei conflitti

  • Offrire ai dipendenti risorse per imparare a gestire le emozioni

  • Valutare ogni situazione tramite dati oggettivi

  • Comportarsi da mediatore o affidarsi a un facilitatore di conflitti

  • Identificare i potenziali conflitti in anticipo monitorando l’ambiente aziendale.

Come possono i professionisti delle risorse umane prevenire i conflitti sul posto di lavoro?

I professionisti delle risorse umane possono prevenire i conflitti sul posto di lavoro:

  • Sviluppando una cultura aziendale basata sull’apertura e la trasparenza

  • Incoraggiando la collaborazione tra i dipendenti

  • Stabilendo aspettative chiare

  • Praticando l’ascolto attivo

  • Fornendo informazioni sulla gestione dei conflitti

  • Promuovendo il rispetto reciproco.

Quali sono alcuni degli errori più comuni che le risorse umane commettono nella risoluzione dei conflitti e come è possibile evitarli?

Talvolta i professionisti delle risorse umane possono compiere degli errori nella risoluzione dei conflitti, ma è possibile gestirli efficacemente utilizzando le seguenti strategie:

  • Ignorare il conflitto: affrontare immediatamente i problemi per impedire che si aggravino

  • Non ascoltare tutte le parti coinvolte: assicurarsi di ascoltare attentamente tutte le prospettive per comprendere pienamente la situazione

  • Mancanza di documentazione: documentare accuratamente tutte le fasi del processo di risoluzione per evitare malintesi

  • Non fornire una formazione adeguata: offrire regolarmente formazione sulla gestione dei conflitti, per preparare i dipendenti a gestire le situazioni difficili.
Più popolare
IA
Le 7 migliori alternative a ChatGPT e OpenAI: scoprile ora
Come gestire un collega difficile? 10 consigli professionali
Piccole imprese
I 10 migliori software di contabilità per le piccole imprese
Cos’è l’ascolto attivo? 7 strategie per migliorarlo e chiudere più vendite
Marketing
10 migliori alternative a Canva con modelli per i tuoi progetti
Indice dei contenuti
1. Definisci chiaramente le procedure per amministrare i conflitti 2. Incoraggia l’empatia tra i dipendenti con un approccio proattivo e una cultura inclusiva 3. Frequenta corsi di gestione dei conflitti dedicati ai professionisti delle risorse umane 4. Introduci programmi di formazione per perfezionare la risoluzione dei conflitti 5. Offri ai dipendenti risorse per gestire le emozioni e potenziare il loro benessere psicologico 6. Valuta oggettivamente ogni disputa o situazione di conflitto 7. Comportati da mediatore o affidati a un facilitatore di conflitti 8. Identifica i potenziali conflitti monitorando attentamente l’ambiente aziendale Gestisci efficacemente i conflitti con gli strumenti giusti FAQ Quali sono i passaggi chiave che le risorse umane devono intraprendere per gestire efficacemente i conflitti sul posto di lavoro? Come possono i professionisti delle risorse umane prevenire i conflitti sul posto di lavoro? Quali sono alcuni degli errori più comuni che le risorse umane commettono nella risoluzione dei conflitti e come è possibile evitarli?
Ti potrebbero interessare
Blog
Webinar
glossario

Free. Unlimited. Online.

Bitrix24 è il posto dove ognuno può comunicare, collaborare agli incarichi e ai progetti, gestire i clienti e fare molto altro.

Inizia gratis
Ti potrebbero interessare
11 Strumenti Essenziali per le Vendite che Ogni Rappresentante Dovrebbe Usare
Vendite
11 Strumenti Essenziali per le Vendite che Ogni Rappresentante Dovrebbe Usare
13 min
7 vantaggi del software di gestione delle attività per dispositivo mobile
7 vantaggi del software di gestione delle attività per dispositivo mobile
11 min
Come creare una solida cultura del lavoro a distanza
Lavoro da remoto
Come creare una solida cultura del lavoro a distanza
11 min