Registrati gratuitamente

Burnout nei team remoti: 11 modi per prevenirlo

Burnout nei team remoti: 11 modi per prevenirlo
Il Team Bitrix24
11 Aprile 2022
Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2022

Nel corso degli ultimi anni, con l’avvento sempre più massiccio delle nuove tecnologie, si è iniziato a parlare di più di lavoro da remoto: le abitudini degli impiegati e dei manager sono cambiate drasticamente e con loro gli orari e le tabelle di marcia di molte aziende. In questo contesto, a volte caotico e ricco di cambiamenti improvvisi, ci si è trovati ad affrontare un nuovo tipo di problematica, ossia il burnout causato dal lavoro da remoto.

Prevenire il burnout non è più solo un bisogno, ma una vera urgenza. Di seguito troverai una serie di consigli e spunti per collaborare al meglio con i tuoi impiegati in smart working e aiutare la tua compagnia a dare sempre il massimo, mantenendo alto il morale di tutti.


FAQ


Cosa si intende con burnout in ambito lavorativo?

Il termine “burnout” (traducibile dall’inglese con “surriscaldamento”, ma inteso in modo figurato come “esaurimento”) indica la condizione di sfinimento causata da un incremento del lavoro da svolgere e/o della situazione di stress generale dell’ambiente lavorativo. Il burnout si rivela molto più pericoloso della normale fatica e spesso anche più arduo da gestire, soprattutto se chi ne soffre lavora senza sosta e senza riposo, o sperimenta difficoltà sia nella vita quotidiana che in ambito lavorativo.



Quali sono i segni di burnout nei dipendenti da remoto?

Non sempre è facile capire se i dipendenti remoti si trovino in una fase di burnout psicologico. Chi è soggetto ad un forte stress per tempi prolungati, tuttavia, presenta spesso dei segni di burnout molto simili a questi:
  • Mancanza di energia e perdita di entusiasmo 
  • Ridotta capacità di concentrazione 
  • Sensazione crescente di distaccamento dal gruppo e tendenza all’isolamento 
  • Tendenza all’irritabilità
In linea di massima, un comportamento diverso dal solito dovrebbe farti capire che qualcosa non stia andando per il verso giusto. Mantenere una comunicazione aperta e distesa aiuterà sicuramente i tuoi dipendenti a confidare i loro problemi e ti permetterà di capire al momento giusto come agire per riportare la tranquillità nel tuo team.

Quali potrebbero essere le cause di burnout?

Il primo passo per prevenire il burnout è quello di riconoscerne le cause. Queste, ovviamente, non saranno uguali per tutti, ma farsi un’idea di ciò che crea problemi ai propri dipendenti si rivelerà certamente utile nel trovare una strategia per aiutarli e diminuire lo stress generale. Tra le cause di burnout potrebbero giocare un ruolo fondamentale:
  • Scarsa chiarezza delle consegne di lavoro
  • Difficoltà nelle dinamiche relazionali di gruppo
  • Mancanza di supporto generale
  • Problemi nella gestione della propria vita personale (oltre al lavoro assegnato)
  • Aspettative poco chiare o mai esplicitate


Prosegui con la lettura e scoprirai 11 consigli per prevenire il burnout nei team di lavoro remoti e rendere l’ambiente lavorativo più piacevole e produttivo per tutti!


1. Fai in modo che gli obiettivi siano realistici

Siamo onesti: nessuno ama lavorare a obiettivi poco comprensibili e, soprattutto, difficili da raggiungere. Quando si stabilisce una meta, la prima caratteristica da tenere a mente è la possibilità di poterla raggiungere senza intoppi, ma ogni tappa del viaggio dovrebbe essere organizzata seguendo i bisogni e le richieste dell’intero team.

Ricorda che il traguardo si raggiunge insieme, e non da soli! Presenta al tuo team un obiettivo fattibile e chiaro fin dall’inizio, per aumentare la voglia di impegnarsi nel progetto, prevenire il burnout causato dalla confusione nell’assegnazione dei compiti e far capire ad ogni membro che la sua opinione è importante e valutata allo stesso modo.


2. Crea un programma di lavoro adatto alle esigenze di tutti

Un’ottima strategia per ridurre il burnout causato dal lavoro a distanza è quella di creare un programma di lavoro personalizzato e organizzato in base alle esigenze del team. Ogni membro avrà un approccio diverso all’azione: è compito di un buon organizzatore mettere in evidenza questi punti di forza affidando orari e incarichi adatti alle capacità di ognuno.

Facciamo un esempio: hai un membro del team che si rivela più produttivo alle otto del mattino piuttosto che a mezzogiorno, mentre un altro deve conciliare il lavoro con gli impegni familiari e riesce a dare la propria disponibilità solo per il tardo pomeriggio. Assegna ad ognuno l’orario che meglio si sposa con i loro bisogni e con l’orario in cui sembrano dare il massimo, e ti godrai presto i frutti della tua lungimiranza (oltre a collaborare con persone molto più rilassate).


3. Assicurati che l’orario lavorativo non si protragga oltre il limite 

Lavorare da casa rende spesso molto difficile capire quando staccare. Molti l’hanno imparato a proprie spese lavorando da remoto: ricevere un messaggio di lavoro alle dieci di sera, mentre si è impegnati a guardare la propria serie tv preferita o ci si sta dedicando alla famiglia, non è esattamente stimolante dato che solo poche ore dopo si deve riprendere a lavorare.

La soluzione? Imporre dei limiti. Non contattare il tuo team per questioni lavorative oltre un determinato orario, e chiedi agli altri di fare altrettanto: per prevenire il burnout dei dipendenti è importante dividere il tempo del lavoro da quello del riposo e dello svago. Lasciare spazio ai tuoi dipendenti per prendersi cura di loro stessi non aiuterà solo loro ma anche la tua tranquillità e migliorerà la capacità di concentrarsi e rilassarsi di tutti. 


Vuoi gestire al meglio anche i team da remoto?

Registrati su Bitrix24

Provalo gratis



4. Crea uno spazio di condivisione delle risorse utili

Spesso capita che chi ha bisogno di aiuto non se la senta di chiederlo direttamente. Per questo motivo potrebbe essere una buona idea creare uno spazio di condivisione delle risorse utili (ovviamente online), specificamente pensato per i nuovi membri del team ma che possa servire a chiarire i dubbi di chiunque.

I punti a favore di questa accortezza sono molteplici: perderai meno tempo a fornire spiegazioni, eliminerai quella condizione di apprensione che può crearsi nei membri più timidi del team all’idea di dover contattare un collega più anziano, e aiuterai tutti a sentirsi compresi e sostenuti, soprattutto se si trovano ad avere a che fare con più compiti contemporaneamente.


5. Utilizza uno strumento che vi aiuti a rimanere in contatto 

La comunicazione è sempre la chiave di ogni progetto ben riuscito e per comunicare efficacemente è necessario utilizzare servizi che siano in grado di connettere gli utenti tra loro con facilità ed efficienza.

Le strategie per prevenire il burnout con i team remoti passano anche da qui: scegli un sistema di comunicazione, che permetta ai membri del tuo team di scambiarsi tempestivamente messaggi tra loro o chiamare te, come quello ideato da Bitrix24. Che si tratti di videochiamate o chat, scambiarsi opinioni o riferire problemi sarà semplice come bere un bicchier d’acqua. Provalo subito, prima ancora di proporlo agli altri!


6. Ottimizza il flusso di lavoro

Un flusso di lavoro gestito magistralmente è in grado di risolvere già da solo una grande quantità di problemi. Se tu e il tuo team avete un obiettivo, quello che manca è il modo di raggiungerlo: una pianificazione attenta e accorta è, quindi, praticamente irrinunciabile.

Non assegnare una grande quantità di incarichi alla stessa persona (piuttosto, dividili in maniera intelligente), tieni conto dei bisogni e delle difficoltà di ognuno, mantieniti aperto al confronto e trasparente nelle richieste: sono solo alcuni dei punti salienti che un organizzatore dovrebbe tenere in considerazione. La produttività, in questo modo, aumenterà quasi naturalmente e il tuo team si sentirà meno carico di lavoro e più propenso a portare a termine i propri incarichi nel lasso di tempo stabilito. Solo così potrai prevenire il burnout e goderti i risultati del vostro progetto.


7. Sii grato per il lavoro dei tuoi dipendenti e condividi un feedback per ogni progresso raggiunto 

Non sottovalutare mai il potere della gratitudine! I tuoi colleghi lavorano duro per raggiungere il vostro obiettivo comune ed è più che giusto riconoscere i loro meriti. Per questo, non dimenticare di dare loro un feedback onesto ogni volta che hanno terminato un compito assegnato, o che si sono distinti per un’azione particolarmente meritevole.

A tutti piace essere lodati: a volte basta un semplice grazie o un complimento per risollevare incredibilmente l’autostima di qualcuno. Non lasciarti mai trascinare dalla fatica del lavoro quotidiano fino al punto di dimenticare cosa siano la gentilezza e la gratitudine.


8. Effettua un controllo di tanto in tanto 

Non lasciare mai soli i membri del tuo team: trovarsi ad affrontare un problema senza alcun tipo di aiuto o di supporto manderebbe chiunque nel pallone. E prevenire il burnout che ne consegue, come ormai avrai capito, dovrebbe essere un punto fondamentale della tua strategia lavorativa.

Effettuare un controllo di tanto in tanto - sia in presenza che tramite videochiamata - ti aiuterà a capire quali problematiche stanno affrontando i membri del tuo team, o se si sono sollevate questioni che dovresti affrontare prima di andare avanti con il progetto. In questo modo la vostra collaborazione migliorerà e potrai anche discutere con loro in un’atmosfera tranquilla e distesa.


Vuoi gestire al meglio anche i team da remoto?

Registrati su Bitrix24

Provalo gratis



9. Metti in evidenza l’importanza della cura della salute mentale 

Abbiamo già illustrato come un team formato da persone tranquille e a loro agio si riveli decisamente più produttivo: amare il proprio incarico e lavorare ogni giorno per giungere alla sua realizzazione sono punti di forza su cui ci si può basare solo se la salute mentale è tenuta da conto.

L’incremento dei ritmi di lavoro, la difficoltà di conciliare i propri impegni familiari con la vita in ufficio e i cambiamenti repentini degli stili di vita hanno causato (e continuano a causare) danni alla salute mentale di tantissime persone. Purtroppo, i tuoi colleghi potrebbero essere tra loro: non dimenticare mai di aiutarli in questo senso, invitandoli a dedicare del tempo a loro stessi e mostrandoti disponibile a modificare scadenze e programmi in base alle esigenze di ognuno.

Con Bitrix24 avrai la possibilità di misurare il tuo livello di stress: fai subito una prova!


10. Mostrati aperto di vedute e comunicativo 

Abbiamo già parlato dell’importanza della flessibilità per organizzare e gestire al meglio il tuo team. La parte maggiore del lavoro, però, dovrai farla tu con il tuo atteggiamento: mostrarsi aperti di vedute, comunicativi e disponibili al dialogo è uno dei biglietti da visita migliori da offrire al proprio team.

Fai capire ai tuoi colleghi che le critiche costruttive sono ben accette e che ogni loro lamentela o suggerimento verranno accolti con l’attenzione che meritano: un dipendente che sente di non venire ascoltato abbastanza tenderà a chiudersi in se stesso e a isolarsi, vanificando tutte le tue strategie per prevenire il burnout. A volte basta solamente mettersi in gioco e dimostrare la dovuta elasticità mentale per partire subito con il piede giusto!


11. Premia il tuo team con delle ricompense

Ci siamo: avete messo il punto finale al vostro progetto comune. L’entusiasmo è alle stelle, e tutto il team si sente motivato dal nuovo traguardo… non resta che festeggiare nel modo più adatto!

Ogni squadra merita il giusto riconoscimento per il proprio lavoro, quindi perché non premiarla con delle ricompense? Non serve siano particolarmente sfarzose o ricercate: basta un piccolo extra nella busta paga o un regalo mirato come un coupon o dei benefit aziendali aggiuntivi, se non addirittura una breve vacanza premio. L’importante è che si tratti di un segno tangibile del tuo apprezzamento, che gratifichi i membri del team e confermi la qualità eccellente del progetto appena svolto.


Occupati fin da subito del tuo team! 

Ora che sei arrivato al termine di questo articolo, saprai già come prevenire il burnout dei tuoi dipendenti nel modo più efficiente possibile. Un team rilassato è un team vincente e speriamo che i suggerimenti che hai appena letto possano aiutarti a gestire il tuo, aiutando i tuoi colleghi a non soccombere allo stress e garantendo una produttività sempre costante.

Se vuoi ottenere grandi risultati nella gestione dei progetti del tuo team, devi affidarti a un software professionale e completo, e puoi farlo fin da subito e gratuitamente con Bitrix24. Iscriviti ora per iniziare ad usarlo, non perdere i suoi incredibili vantaggi! 

 




Free. Unlimited. Online.
Bitrix24 è il posto dove ognuno può comunicare, collaborare agli incarichi e ai progetti, gestire i clienti e fare molto altro.
Registrati gratuitamente
Ti potrebbero interessare
Alternative a Pipedrive che sono meglio di Pipedrive
Come delegare incarichi e responsabilità
I migliori website builder del 2022
Come creare un project plan efficace in pochi semplici passi