Articles Perché le startup falliscono: 10 cause frequenti del fallimento aziendale

Perché le startup falliscono: 10 cause frequenti del fallimento aziendale

Federica Cavalli
12 min
252
Pubblicato: 27 Novembre 2023
Federica Cavalli
Pubblicato: 27 Novembre 2023
Perché le startup falliscono: 10 cause frequenti del fallimento aziendale

Spesso gli imprenditori dedicano sforzi considerevoli allo sviluppo di un’attività, ma tale dedizione non garantisce comunque che i risultati si sviluppino come previsto. Lanciare una nuova startup può apparire come un’impresa entusiasmante, ma richiede anche resilienza, chiarezza mentale e una notevole abilità di persuadere il pubblico riguardo alla propria visione e agli obiettivi da perseguire.

Vuoi conoscere le 10 cause più frequenti dietro al fallimento aziendale? Continua a leggere: scoprirai come analizzare e aggirare i rischi che potresti trovare sul tuo cammino, per condurre la tua azienda verso il successo.

1. Il mercato di riferimento scelto si rivela estremamente ridotto

Un mercato di riferimento eccessivamente ristretto può essere una delle cause principali di fallimento per le startup. Molte di queste aziende emergenti mirano a risolvere problemi specifici; tuttavia, se soltanto un numero limitato di persone sperimenta questi problemi, le probabilità di successo nel mercato si riducono notevolmente.

Avere pochi clienti potenziali che sono disposti a pagare per un prodotto o servizio può impedire la crescita dell'attività e limitare le entrate, minacciando la sopravvivenza stessa della startup. Inoltre, i mercati piccoli tendono a essere altamente competitivi.

Per prevenire il fallimento, le startup dovrebbero concentrarsi sull'educazione del consumatore riguardo l'importanza del loro prodotto o servizio, esplorare nicchie di mercato complementari e ampliare l'offerta per abbracciare un pubblico più vasto. Anche l'espansione geografica può contribuire alla crescita. Un approccio flessibile e l'adozione di queste strategie spingono spesso alla scoperta di soluzioni innovative e all'apertura di nuove opportunità, fondamentali per guidare una startup verso il successo.

2. Il piano aziendale non risulta sufficientemente solido o dettagliato

Tutte le compagnie dovrebbero poter contare su un piano aziendale ben organizzato, ossia una tabella di marcia che guidi il personale verso il raggiungimento degli obiettivi. Tuttavia, la mancata realizzazione di un documento che rispetti tutti gli obiettivi, i procedimenti e le risorse in modo dettagliato per sviluppare l’attività rientra tra i problemi comuni delle startup. Molti leader sono convinti che la loro visione sia sufficiente a condurre l’azienda verso il successo: in realtà, la mancanza di una direzione chiara da seguire potrebbe portare a un aumento dei rischi e delle sfide da affrontare. Inoltre, gli investitori spesso non si fidano di una compagnia che non dispone di un piano aziendale basato sulla ricerca.

L’avvio e il fallimento di un’impresa sono spesso segnati da una mancata valutazione del valore di vita del cliente. Ciò significa che questo valore non viene confrontato al suo costo di acquisizione. Non svolgere ricerche in questo ambito potrebbe generare sfiducia nei potenziali investitori e persino creare uno squilibrio finanziario in grado di condurre al fallimento aziendale.

Evita questa situazione conducendo una ricerca approfondita e progettando obiettivi SMART. In seguito, presenta un budget basato sui dati raccolti e presta attenzione anche al tuo ambiente. In questo modo sarai in grado di identificare immediatamente i potenziali rischi e di effettuare modifiche in base alla necessità.

  

Gestisci una startup? Stai pensando di crearne una? Affidati agli strumenti giusti   

   PROVALO GRATIS   

3. L’eccessiva concorrenza rende difficile stabilirsi sul mercato

Un mercato eccessivamente esteso può contribuire al fallimento aziendale quanto uno di piccole dimensioni. I mercati più grandi si rivelano più attraenti di quelli di dimensioni ridotte e, per questo motivo, sono popolati da una concentrazione maggiore di compagnie che propongono i loro prodotti o servizi. Un’eccessiva concorrenza può essere dannosa per la tua startup: se i clienti non conoscono ancora il tuo brand, infatti, raggiungerli risulterà decisamente più complicato. La concorrenza spietata porta spesso anche a un aumento del costo di acquisizione dei clienti, che può raggiungere costi impossibili da sostenere e trasformarsi in una delle ragioni del fallimento aziendale.

Per contrastare le principali sfide delle startup all’interno di un mercato saturo puoi sviluppare una proposta di valore differenziata, oppure concentrarti su nicchie specifiche e poco frequentate. Un’altra ottima strategia è quella di investire in tecniche di marketing originali e in un servizio clienti di prima categoria, al fine di rendere il tuo brand riconoscibile e fidelizzare la clientela.

4. Le risorse sono limitate e non vengono assegnate adeguatamente

La maggior parte delle startup può contare su risorse finanziarie, umane e materiali limitate: una corretta allocazione è fondamentale per evitare il fallimento. In qualità di imprenditore dovrai analizzare a fondo tutti i settori che richiedono più investimento, poiché potrebbero garantire un ritorno maggiore su di esso. Se desideri ottenere una valida gestione delle startup dovrai non solo comprendere in pieno le caratteristiche più rilevanti dell’attività, ma anche come queste potranno generare entrate in tempi brevi. Esercita la tua creatività e pensa in modo strategico: concentrarsi su marketing e vendite potrebbe aiutarti a generare un ritorno sull’investimento in maniera ancora più rapida.

Un altro ottimo consiglio è quello di valutare le spese superflue, ad esempio stabilendo un’attività completamente online per risparmiare sui costi di un negozio fisico. Se il tuo obiettivo è evitare che la gestione errata delle risorse conduca la startup al fallimento, prova a impiegare la strategia del Prodotto Minimo Funzionante, che consiste nel portare sul mercato una versione base del prodotto, per poi adattarla e modificarla seguendo il feedback ricevuto dai clienti. Procedi però con cautela: se la tua clientela assocerà all’azienda un prodotto di bassa qualità, potrebbe essere difficile far cambiare loro idea in futuro.

5. Il prodotto non risponde alle aspettative o alle necessità della potenziale clientela

Effettuare delle ricerche di mercato richiede un certo investimento, che molti imprenditori non possono permettersi o non desiderano affrontare, compiendo uno degli errori più frequenti. Se anche dovessi avere un’idea innovativa e fuori dagli schemi, non sapere come raggiungere i tuoi potenziali clienti e non conoscere a fondo i loro problemi e necessità ti impedirà di realizzare un prodotto davvero soddisfacente.

Prenditi il tempo necessario per conoscere le persone che la tua azienda desidera raggiungere, senza fretta di presentarti subito sul mercato. Cerca di distinguerti dalla concorrenza sviluppando un prodotto accattivante, anche se dovesse comportare un investimento maggiore. Lancia sondaggi, crea prototipi, richiedi il feedback dei tuoi clienti e utilizzalo per migliorare: solo così sarai in grado di realizzare prodotti che seguano davvero i loro bisogni e desideri.

6. La strategia dei prezzi non è stata gestita correttamente

Il fallimento aziendale spesso è legato direttamente alla strategia dei prezzi adottata. Molte startup non hanno successo a causa dei prezzi eccessivi applicati, ma solitamente il loro fallimento è legato a un profitto minimo, dovuto a costi di produzione esagerati e a un calcolo errato della redditività. Uno scenario di questo tipo si presenta quando le aziende iniziano a farsi concorrenza per attirare l’attenzione della clientela, offrendo prodotti o servizi con prezzi inferiori a quelli consigliati.

Un prezzo troppo basso può condurre a una percezione errata del prodotto: i clienti lo acquisteranno comunque a causa del basso investimento, ma lo considereranno di bassa qualità e non sarà semplice aumentare il suo prezzo in seguito. Un basso profitto a lungo termine rende più complessa sia la crescita dell’azienda che il guadagno: per evitare questa situazione, dovresti stabilire un prezzo che sia attraente per i clienti, ma comunque in grado di offrirti un guadagno accettabile e di coprire i tuoi costi operativi. Puoi anche scegliere di dedicare sconti periodici ai tuoi clienti, al fine di aumentare il riconoscimento del tuo brand.

Perché le startup falliscono: 10 cause frequenti del fallimento aziendale

7. Il team di lavoro non è in grado di affrontare le sfide imposte dalla startup

Una scelta errata di personale, consulenti e investitori può danneggiare una startup quanto la vendita di un prodotto che non soddisfa i requisiti della clientela. Uno degli errori più frequenti commessi dagli imprenditori è assumere dipendenti a basso costo, senza rendersi conto che il successo dell’azienda dipende in larga parte anche da loro. Per questo motivo, è necessario sceglierli con attenzione.

Prima di tutto, gli impiegati interni alla compagnia e quelli esterni dovrebbero essere coinvolti nella visione aziendale, possedere obiettivi allineati a quelli della ditta e sapere come collaborare con i loro colleghi in armonia. Per quanto riguarda investitori e azionisti, invece, è cruciale che si tratti di persone affidabili e in grado di dimostrare piena fiducia al team, per lasciare i membri liberi di lavorare senza condizionare le loro prestazioni.

8. Gli sforzi di marketing risultano insufficienti o non adeguatamente direzionati

Persino la startup più innovativa ed efficiente può essere destinata al fallimento se il responsabile del marketing non si dimostra in grado di comunicare adeguatamente i valori e i vantaggi dei prodotti o servizi offerti. Gli sforzi di marketing sono uno dei pilastri cruciali di ogni azienda: contribuiscono infatti a determinare il modo in cui questa coinvolgerà i potenziali clienti, attirando la loro attenzione e incrementando la fidelizzazione.

Le difficoltà delle startup nel campo del marketing possono essere legate a diverse variabili, come la scarsità di ricerche sul mercato, l’investimento in caratteristiche dei prodotti che non suscitano l’interesse dei clienti o una segmentazione e un direzionamento della comunicazione errati. L’azienda può fallire a causa del mancato allineamento tra le aspettative del mercato e gli sforzi di marketing: prova a prevenire questa situazione prestando la massima attenzione al comportamento dei clienti, analizzando costantemente i risultati dei messaggi di marketing e modificando la tua strategia in caso di risultati insoddisfacenti.

9. Il lancio della startup non è stato eseguito al momento giusto

La scelta del momento più adatto per lanciare un prodotto o servizio sul mercato è importante, in quanto può determinare il successo di una startup. Tale momento deve essere scelto con grande attenzione, poiché da esso dipende l’accoglienza che il prodotto o servizio potrebbe ricevere da parte dei clienti.

Immagina di aver sviluppato un piano aziendale perfetto, che ruota attorno a una nuova tendenza appena individuata: se un ritardo nella produzione dovesse ritardare il lancio del prodotto sul mercato, potresti perdere la tua occasione ed essere superato dalla concorrenza. Un altro errore consiste nel proporre il prodotto o servizio troppo presto, quando i potenziali clienti non sono ancora consapevoli della sua utilità: in questo caso puoi decidere di investire nell’educazione del mercato, ovviamente solo se disponi del denaro necessario ad affrontare questa spesa. Ad ogni modo, per ottenere risultati soddisfacenti è necessario saper riconoscere sia le tendenze destinate a durare nel tempo che il momento migliore per fare il proprio ingresso sul mercato.

10. Stabilire alleanze strategiche con altre imprese risulta difficile

L’ultimo di questa lista di motivi per cui le startup falliscono riguarda l’incapacità di stabilire alleanze strategiche con altre aziende. Nessuna compagnia può infatti prosperare in solitudine: tenersi alla larga da colleghi del settore e dalla concorrenza è un atteggiamento che, alle lunghe, risulta controproducente. La tua compagnia, specie se di piccole dimensioni, deve poter contare su una comunità formata da altre aziende per ricevere supporto e rifornirsi di materiale. Se anche all’inizio un legame di questo genere potrebbe sembrare di scarsa utilità, con il tempo ti accorgerai di averne bisogno. Non avviare relazioni di tipo lavorativo con altre aziende, infatti, è un altro dei fattori che possono condurre al fallimento di una startup.

Se desideri sostenere la tua comunità in maniera efficace, puoi considerare la possibilità di associarti con altre attività presenti nella tua stessa zona. Organizza attività benefiche o feste di quartiere assieme agli altri dirigenti e sfrutta ogni occasione per imparare qualcosa da loro: in questo modo, affinerai la tua strategia e migliorerai la gestione della tua azienda.

Scopri quali sono le cause più frequenti del fallimento delle startup e impara come evitarle

Avviare e mantenere una startup è un’impresa complessa, che potrebbe apparire scoraggiante per alcuni ed entusiasmante per altri. Conoscere le principali motivazioni dietro al fallimento aziendale può però aiutarti a sviluppare una strategia efficiente, per evitare gli errori delle startup e portare la tua azienda al trionfo.

Indaga attentamente sul tuo mercato di riferimento, stabilisci obiettivi chiari e definiti e assegna adeguatamente le risorse. Rifletti sulla tua strategia di vendita, senza ricorrere a prezzi esageratamente bassi al fine di attirare la clientela, impara a conoscere i potenziali clienti e fai tesoro del loro feedback. Scegli un team di lavoro in grado di portare a termine il tuo progetto con efficacia, cura con attenzione le tue tecniche di marketing e modificale se necessario. Infine, scegli attentamente il momento giusto per l’esordio della tua azienda e non dimenticare di creare legami solidi con altre compagnie, per imparare dai tuoi colleghi e beneficiare del supporto reciproco.

Una startup di successo ha bisogno di un software all’avanguardia, intuitivo e funzionale per raggiungere risultati ancora più straordinari. Scegli Bitrix24: grazie a un’ampia gamma di strumenti di comunicazione e collaborazione, gestione del marketing e delle vendite, assistenza ai clienti, creazione di rapporti basati su dati precisi e molto altro, avviare un’attività e mantenerla sulla strada giusta si rivelerà decisamente più semplice. Cosa stai aspettando? Iscriviti oggi, affronta le sfide delle startup approfittando delle sue straordinarie funzionalità!

  

Gestisci una startup? Stai pensando di crearne una? Affidati agli strumenti giusti   

   PROVALO GRATIS   

FAQ

Quali sono gli errori più comuni che portano al fallimento di una startup?

Gli errori più comuni che portano al fallimento di una startup sono:

  • Scegliere un mercato di riferimento ridotto o inesistente

  • Creare un piano aziendale non sufficientemente solido o poco dettagliato

  • Cercare di inserirsi all’interno di un mercato dominato da un’eccessiva concorrenza

  • Distribuire in modo errato le risorse

  • Sviluppare un prodotto o un servizio incentrato sui propri desideri e non sulle reali necessità dei clienti

  • Basare la propria strategia di vendita su prezzi inappropriati

  • Scegliere dipendenti o investitori non in grado di affrontare le sfide presentate dall’attività

  • Gestire in modo inefficace le strategie di marketing insufficienti

  • Lanciare l’attività nel momento sbagliato

  • Non essere in grado di stabilire alleanze strategiche con altre imprese.

Come possono le startup anticipare o evitare il fallimento?

Per anticipare o evitare il fallimento, le startup possono:

  • Creare un piano aziendale dettagliato, con obiettivi, strategie e scadenze precisi

  • Analizzare costantemente le tendenze del mercato e adattarsi a esse

  • Gestire attentamente le finanze

  • Scegliere un team di lavoro vincente

  • Tenere d’occhio le strategie della concorrenza.

È possibile recuperare dopo aver individuato il motivo del fallimento di una startup?

Recuperare dopo aver individuato il motivo del fallimento di una startup è possibile, ma solo se si è disposti a imparare dai propri errori e a porvi rimedio. Dovrai riformulare la tua strategia o il tuo modello di business, poi valutare se il tuo team è all’altezza della sfida e cercare di utilizzare le risorse nel modo più efficace. Infine, solo avviando un processo di adattamento e miglioramento sarai in grado di lasciarti alle spalle il motivo del fallimento.

Più popolare
Le 7 migliori alternative a ChatGPT e OpenAI: scoprile ora
Come gestire un collega difficile? 10 consigli professionali
I 10 migliori software di contabilità per le piccole imprese
Cos’è l’ascolto attivo? 7 strategie per migliorarlo e chiudere più vendite
10 migliori alternative a Canva con modelli per i tuoi progetti
Indice dei contenuti
1. Il mercato di riferimento scelto si rivela estremamente ridotto 2. Il piano aziendale non risulta sufficientemente solido o dettagliato 3. L’eccessiva concorrenza rende difficile stabilirsi sul mercato 4. Le risorse sono limitate e non vengono assegnate adeguatamente 5. Il prodotto non risponde alle aspettative o alle necessità della potenziale clientela 6. La strategia dei prezzi non è stata gestita correttamente 7. Il team di lavoro non è in grado di affrontare le sfide imposte dalla startup 8. Gli sforzi di marketing risultano insufficienti o non adeguatamente direzionati 9. Il lancio della startup non è stato eseguito al momento giusto 10. Stabilire alleanze strategiche con altre imprese risulta difficile Scopri quali sono le cause più frequenti del fallimento delle startup e impara come evitarle FAQ
Ti potrebbero interessare
Blog
Webinar
glossario

Free. Unlimited. Online.

Bitrix24 è il posto dove ognuno può comunicare, collaborare agli incarichi e ai progetti, gestire i clienti e fare molto altro.

Inizia gratis
Ti potrebbero interessare
Come creare una solida cultura del lavoro a distanza
Come creare una solida cultura del lavoro a distanza
11 min
7 vantaggi del software di gestione delle attività per dispositivo mobile
7 vantaggi del software di gestione delle attività per dispositivo mobile
11 min
Migliora il servizio clienti con la tecnologia: tendenze e strumenti
Migliora il servizio clienti con la tecnologia: tendenze e strumenti
13 min